Coppetta mestruale: come sceglierla?

Se hai ponderato per bene le varie opzioni ed hai scelto di provare ad utilizzare la coppetta, il dubbio che, molto probabilmente, ti starà attanagliando è:

Ci sono tantissime coppette metruali... quale scegliere?

Abbiamo visto nel precedente articolo com'è fatta la coppetta (trovi il link QUI).
Vediamo, adesso, come uscire da questo intricato labirinto di dubbi!


TAGLIA

La quasi totalità dei produttori di coppette indica solamente i seguenti criteri per la scelta.
Taglia S: donne al di sotto dei 25-30 anni che non hanno affrontato un parto naturale;
Taglia L: donne al di sopra dei 25-30 anni o che hanno affrontato un parto naturale.

In realtà questi criteri sono corretti ma non sono sufficienti: esistono coppette di differente capienza, tonicità e forma prodotte da diverse aziende e studiate per adattarsi ad un preciso target di donne.

Vediamo di seguito quali sono gli altri criteri da mettere in conto per la scelta della coppetta.


CAPIENZA

In generale:
Coppette fino a 20 ml: flussi scarsi;
Coppette da 20 ml a 25 ml: flussi da scarsi a medi;

Coppette fino a 30 ml: flussi da medi ad abbondanti;
Coppette oltre i 30 ml: flussi da abbondanti a molto abbondanti.

La capienza che deve essere considerata al fine della scelta della coppetta è quella fino ai fori poiché, una volta che il sangue raggiunge il livello di questi ultimi, possono verificarsi delle perdite.

Spesso e volentieri capita che ad alcune ragazze molto giovani venga consigliata una coppetta di taglia grande nel caso in cui il flusso risulti piuttosto abbondante. Per costoro sarebbe tuttavia preferibile optare per coppette in taglia S o M che offrono una capienza di 30 ml circa pur conservando delle dimensioni ridotte.

Le donne che hanno invece superato i 30 anni (o si apprestano a compierli) e/o che hanno affrontato un parto naturale, sebbene possano presentare un flusso scarso, devono tassativamente preferire coppette in misura grande (o, al più in taglia unica) poiché hanno invece necessità di un diametro ampio che aderisca meglio alle pareti del loro canale vaginale.

Bisogna sempre tener presente che, per moltissime marche di coppette, la differenza di dimesioni tra la taglia S e la taglia L è comunque di pochi millimetri.

Per sapere come valutare l'abbondanza del tuo flusso: LINK
 


TONICITÀ

Coppette Toniche
Adatte esclusivamente alle donne che possiedono pavimento pelvico molto tonico e non presentano alcun tipo di disturbo o sensibilità in zona perineale.
Costoro possono trarne il vantaggio di una maggiore tenuta del sottovuoto ed una maggiore velocità di apertura del dispositivo all'interno del canale.
Va precisato, per le sportive, che non tutti gli sport rafforzano il pavimento pelvico (ad esempio quelli che prevedono salti o sollevamento di pesi lo indeboliscono) pertanto la tonicità della muscolatura va valutata caso per caso.

Coppette Semitoniche
Adatte a donne con pavimento pelvico tonico privo di sensibilità o con sensibilità molto lievi (come ad esempio stipsi accompagnata da disturbi intestinali non gravi).
In linea generale, dato che le coppette toniche possono creare fastidi anche alle donne che godono di un'ottima salute perineale (possono ad esempio premere sulla vescica provocando un frequente bisogno di urinare od ostruendo la minzione), vengono più ampiamente consigliate le coppette semitoniche anche a coloro che, potenzialmente, potrebbero utilizzare una coppetta tonica "pura".

Coppette Morbide
Adatte alle donne con pavimento pelvico ipotonico e/o molto sensibili in zona, ovvero a coloro che hanno affrontato un parto naturale che ha lasciato cicatrici percepibili, a coloro che soffrono cistiti meccaniche o avvertono dolore durante i rapporti sessuali, a coloro che hanno avuto drastico cambiamento di peso corporeo tale da indebolire la propria tonicità perineale, e via discorrendo.
L'uso di coppette morbide va contemplato anche nel caso di pavimenti pelvici ipertonici, al fine di evitare l'eccessiva sollecitazione della muscolatura.

Per maggiori dettagli sul pavimento pelvico: LINK
Esistono coppette rigide, medie e morbide, adatte a donne più o meno sensibili


FORMA E LUNGHEZZA
Forma allungata/appuntita: adatta alle donne che presentano una cervice (o collo dell'utero) ad un'altezza superiore ai 6-7 cm (3 falangi o più) durante i primi due giorni di mestruazioni.
Forma arrotondata/panciuta: adatta alle donne con una cervice alta 2 falangi circa durante i primi due giorni di mestruazioni.

Per sapere come misurare l'altezza della cervice: LINK


PRECISAZIONE: quando si sceglie una coppetta è certamente opportuno acquistare in base ai consigli dei produttori ma, soprattutto, è opportuno acquistare in base alle proprie caratteristiche, non basta dunque valutare soltanto l'età e i parti.

Se, eventualmente, la coppetta scelta non dovesse rivelarsi quella giusta, si potrà scegliere la successiva in base ai difetti e ai pregi riscontrati in quella già provata.

Va comunque ricordato che è necessario prendere un po' di dimestichezza con l'uso di questo nuovo "strumento": prima di pensare che la coppetta non sia quella adatta bisogna essere certe di aver imparato ad usarla (ci vuole un po' di pazienza e mediamente 3 o 4 cicli per imparare ad utilizzarla al meglio).
 

RIASSUMENDO...
[per ingrandire fai click sull'immagine]

Tabella riassuntiva per la scelta della coppetta mestruale

Per conoscere le specifiche di diverse marche di coppette, e valutare in autonomia quale può fare al caso tuo, leggi le recensioni:

Se vuoi invece farti guidare nella scelta della coppetta puoi:
  • chiedere un consulto ad un'ostetrica esperta in coppette mestruali, detta cup counselor (alcune organizzano incontri informativi a tema);
  • inviare una mail al servizio clienti dello shop online dal quale intendi acquistare la coppetta (ad esempio, il sito www.coppetta-mestruale.it fornisce questo servizio).
  
Sei ancora confusa? Scrivimi nei commenti. 

Esprimi la tua opinione