F.A.Q. sulla Coppetta Mestruale

Diciamocela tutta: spesso i dubbi non riguardano solo la marca o il modello di coppetta ma anche -e soprattutto- le questioni pratiche legate al suo utilizzo.

Analizziamone alcune insieme!

Ecco le risposte alle domande più frequenti sulla coppetta mestruale

1) Non sarà troppo grande? 
La coppetta è appositamente studiata per essere inserita all'interno della cavità vaginale, perciò le sue dimensioni sono appropriate.

2) Corro il rischio che le pareti del canale vaginale si allarghino?
La vagina è una cavità fittizia che si può allargare o restringere a seconda di ciò che deve passarci (ad esempio durante i rapporti sessuali o durante il parto). Una volta che tale passaggio è avvenuto, le pareti, essendo elastiche, tornano alla loro posizione originale, pertanto non si corre questo rischio.
Per approfondimenti puoi leggere qui: LINK

3) La coppetta fa male? E' dolorosa da inserire o togliere?
No, la coppetta deve risultare impercettibile, come non averla addosso. Per metterla e toglierla basta usare un po' di delicatezza e che tu stia calma e rilassata, in questo modo non sentirai alcun dolore. Per aiutarti nelle fasi di inserimento ed estrazione puoi usare un lubrificante intimo a base acquosa, in modo tale da ridurre l'attrito ed evitare di procurarti delle irritazioni dovute allo sfregamento.

4) Temo che la coppetta possa salire e perdersi. Può succedere?
Come puoi osservare tu stessa dall'immagine che segue, la coppetta non può andare lontano perché sopra è "chiuso". Essa poi si inserisce nella parte bassa del canale (a circa 1 cm dall'apertura vaginale). Ciò non toglie che, comunque, alcune di noi possano avere un canale vaginale più lungo rispetto ad altre ed, in questi casi, la coppetta potrebbe salire un poco (POCO!). Se la coppetta sale, sarà sufficiente mantenere la calma e dare una spinta di basso ventre per farla scendere, dopodiché, appena sentirai che è a portata di mano, schiaccia la base per togliere il sottovuoto e rimuovila. Ricordati che mai, in nessuna occasione, il gambo va tirato con forza se il sottovuoto è ancora presente, altrimenti potresti farti parecchio male.

La coppetta mestruale non si può perdere perché il canale vaginale ad un certo punto termina

5) Posso fare pipì con la coppetta inserita?
L'urina esce da un piccolo tubicino detto uretra che è direttamente collegato alla vescica (apparato escretore) mentre il flusso mestruale esce dalla cervice ed attraversa il canale vaginale (apparato riproduttore). Come puoi osservare, le due uscite sono ben separate quindi sì, puoi fare pipì pur indossando la coppetta.

L'urina ed il sangue mestruale passano per due uscite diverse

6) Posso usare la coppetta di notte per dormire? Rischio che il sangue ristagni?
Ho posto questa domanda al mio medico, pertanto riporto semplicemente la sua risposta:
Il sangue "ristagna" comunque quando si sta sdraiate. Anche quando si indossa l'assorbente esterno, ciò che fuoriesce realmente è solo una parte di ciò che è stato espulso, pertanto è sufficiente svuotare e lavare la coppetta poco prima di andare a letto e poco dopo il risveglio.
* Talvolta la coppetta può salire parecchio durante le ore di riposo in quanto il canale vaginale tende ad allungarsi quando stiamo sdraiate. Se ciò dovesse verificarsi, sarà sufficiente attendere circa 20 minuti dopo il risveglio prima di estrarre la coppetta, al fine di dare modo al canale di accorciarsi nuovamente.

7) Posso usare la coppetta anche se sono vergine?
E' soggettivo. Va comunque precisato che la coppetta potrebbe alterare l'integrità dell'imene; se la cosa non costituisce un problema sì, la coppetta può essere utilizzata anche dalle ragazze/donne vergini ma ad una condizione: bisogna essere in grado di inserire due dita attraverso l'entrata vaginale poiché la coppetta si estrae, appunto, inserendo le dita in vagina. Se non si è in grado di svolgere quest'operazione, è consigliabile rimandarne l'utilizzo.
Va tenuto comunque presente che la coppetta non è un dispositivo adatto alle bambine in quanto il loro apparato riproduttore è ancora in fase di sviluppo, sarebbe dunque opportuno attendere almeno fino ai 15-16 anni d'età prima di iniziare ad usarla.

8) Temo che la coppetta sia scomoda o, comunque sia, che ne possa sentire costantemente la presenza perché trovo scomodi gli assorbenti interni.
Se la coppetta è quella adatta al proprio corpo, essa risulta essere assolutamente impercettibile e comoda. La coppetta, inoltre, benché sia anch'essa un dispositivo interno, è completamente diversa dai tamponi perché è flessibile, morbida ed ha una forma appositamente studiata per adattarsi all'anatomia femminile.

9) Posso usare la coppetta per fare il bagno al mare, in piscina o per praticare sport?
Assolutamente sì, senza nessun problema. Difficilmente l'acqua entra nella coppetta per via del sottovuoto che essa crea con le pareti del canale vaginale. Per maggiori informazioni puoi leggere il seguente articolo: LINK.

10) La mia coppetta è arrivata senza sacchetto. Fa lo stesso se la ripongo in una bustina di plastica tra un ciclo e l'altro?
No. La coppetta deve essere riposta in un sacchetto traspirante perché, diversamente, potrebbe sviluppare delle muffe o comunque trattenere l'umidità. Se non hai il sacchetto in stoffa che alcune case produttrici forniscono in dotazione, puoi semplicemente utilizzare un calzino in cotone (magari spaiato).

11) Non è scomoda da cambiare fuori casa?
Se si è già presa abbastanza dimestichezza con la coppetta, non lo è affatto e ci si mette poco tempo.
Per lavarla è sufficiente portare con sé una bottiglietta d'acqua. Tieni comunque presente che la coppetta è in grado di contenere più sangue rispetto ad un assorbente, perciò andrà cambiata meno frequentemente rispetto a quest'ultimo e, conseguentemente, anche il numero di cambi fuori casa andrà a ridursi. Per approfondimenti puoi leggere qui: LINK.

12) Posso utilizzare la coppetta anche se porto la spirale contraccettiva?
Sì ma in tal caso è opportuno chiedere consiglio al proprio ginecologo che, eventualmente, provvederà ad accorciarne i fili.

fonte: www.intimina.com

13) Posso utilizzare la coppetta durante i rapporti sessuali?
La coppetta classica non può essere utilizzata durante i rapporti sessuali con penetrazione vaginale. Esistono però delle coppette usa e getta (Softcup) e delle apposite spugne mestruali che possono essere utilizzate anche durante la penetrazione. Per ulteriori informazioni: LINK SPUGNE, LINK SOFTCUP.
Sia nel caso in cui si utilizzi la spugna che nel caso di utilizzo di Softcup, va ricordato che non sono assolutamente dei metodi contraccettivi, non proteggono né da malattie sessualmente trasmissibili né da gravidanze indesiderate.
Se per rapporto sessuale si intende invece un intervento solo sui genitali esterni (dunque senza penetrazione), la risposta è sì, la coppetta mestruale tradizionale si può usare senza rischiare di sporcarsi, sarà sufficiente svuotare e lavare la coppetta prima di iniziare.

14) Ho sentito dire che la coppetta riduce la durata delle mestruazioni, è vero?
Alcune donne, man mano che il flusso mestruale vero e proprio sta per iniziare (o va esaurendosi), presentano perdite non più di colore rosso ma, piuttosto, tendenti al marroncino-rossastro che risultano essere di quantità piuttosto scarsa. Se le pareti del canale sono di norma molto ravvicinate, questo fenomeno può durare diverse ore o giorni ma, nel caso in cui si utilizzi la coppetta mestruale, le pareti sono più distanziate ed il canale vaginale si pulisce più rapidamente dai residui di sangue. In tal senso le mestruazioni possono effettivamente durare un po' meno con l'utilizzo della coppetta mestruale.

15) In caso di perdite, posso utilizzare la coppetta durante o dopo una gravidanza o un intervento vaginale? Quanto tempo deve trascorrere prima che possa riprendere ad utilizzarla?
Assolutamente no! La coppetta non può essere utilizzata in gravidanza (nemmeno nei primi mesi). Dopo il parto o un intervento vaginale, inoltre, i produttori raccomandano di attendere almeno 6 settimane. Chiedi un consiglio in merito al tuo ginecologo prima di riprendere ad utilizzarla.

16) Per quanto posso tenere su la coppetta senza cambiarmi?
La coppetta può essere indossata per un massimo 8-12 ore consecutive prima di svuotarla e lavarla (alcuni produttori hanno fissato un limite di 8 ore, altri di 12 ore).

17) Posso utilizzare la coppetta mentre aspetto che arrivino le mestruazioni?
Sì, in linea di massima non ci sono particolari controindicazioni. Non è però consigliabile farne un uso prolungato in quanto, alla lunga, potrebbe causare irritazioni o abrasioni dovute ai ripetuti sfregamenti che i numerosi cambi comporterebbero; pertanto la coppetta può essere utilizzata al di fuori del periodo mestruale per un massimo di 1-2 giorni, effettuando come di consueto un cambio ogni 8-12 ore. Per evitare le irritazioni, ti consiglio anche in questo caso di utilizzare un lubrificante a base d'acqua per inserire e rimuovere la coppetta.

18) Posso utilizzare la coppetta per lo spotting o per raccogliere il muco cervicale durante l'ovulazione, se non voglio indossare i proteggi slip usa e getta?
I produttori lo sconsigliano per i motivi illustrati nella precedente risposta. Personalmente, preferisco consigliare in questo caso l'utilizzo di salvaslip lavabili.

19) La coppetta riduce i dolori mestruali?
Alcune donne testimoniano di aver avuto una riduzione dei dolori mestruali da quando hanno iniziato ad utilizzare la coppetta, per altre, invece, è cambiato ben poco; è soggettivo. Non è stata comunque dimostrata scientificamente alcuna correlazione tra la diminuzione dei dolori mestruali e l'utilizzo della coppetta.

20) Ho sentito dire che ci si può cambiare anche dopo 24 ore infatti alcune donne, dato che trovano la coppetta tanto comoda da non sentirla, la dimenticano. E' prudente farlo?
Assolutamente no! E' sempre meglio tenere il limite di 12 ore come massimo poiché, superate le quali, la proliferazione batterica potrebbe comportare rischi per la salute. Ho chiesto anche qui consiglio al mio medico, riporto pertanto le sue stesse parole:
Se i produttori hanno stabilito un limite di ore da rispettare tra un cambio e l'altro, è assolutamente sconsigliabile non osservarlo perché essi non rispondono delle conseguenze che potrebbero verificarsi oltre tale lasso di tempo. Bisogna prestare attenzione perché, anche se il silicone medicale è sicuro, verrebbe meno l'igiene e potrebbero insorgere problemi per la salute. Personalmente ti consiglio di cambiarti sempre un poco prima del trascorrere delle 12 ore (tre cambi al giorno, uno ogni 8 ore, sono secondo me la soluzione ottimale).
21) Ma la coppetta è davvero igienica? Può causare infezioni?
Se cambiata ogni 8-12 ore e toccata sempre e solo con mani pulite, sì, la coppetta è igienica. Lo stesso materiale che viene utilizzato per produrre le coppette mestruali (silicone medicale o TPE) viene impiegato in campo medico per dispositivi che devono stare all'interno del corpo umano per diversi giorni perciò, a patto che tu abbia acquistato un prodotto certificato e che abbia rispettato le norme igieniche di base (che puoi leggere sul foglio illustrativo), la coppetta non può essere di per sé causa di infezioni. Per ulteriori informazioni ti invito a leggere questo articolo basato su fonti scientifiche: LINK.

22) Far bollire la coppetta in acqua per qualche minuto è davvero sufficiente per disinfettarla?
Sì, bollire la coppetta per 5 minuti è più che sufficiente per disinfettarla. Con la bollitura si ottiene una disinfezione della coppetta mestruale ottimale poiché i batteri e i lieviti non sopravvivono a temperature elevate (iniziano a morire quando vengono superati i 65°C, mentre l'acqua bolle a 100°C). Inoltre, se il metodo della bollitura non fosse sicuro, non verrebbe consigliato da tutti i produttori di coppette mestruali all'unanimità.
Per approfondire il tema, ti consiglio di leggere questo articolo, anch'esso basato su fonti scientifiche: LINK.

23) La copetta mi è caduta in un bagno pubblico. Cosa faccio?

Anzitutto è importante non indossare la coppetta fino a quando non sarà stata disinfettata.
Potrai in questo caso usare un prodotto per la disinfezione a freddo a condizione che risulti compatibile con la coppetta mestruale. Se decidi di adottare il metodo della disinfezione a freddo, rispetta scrupolosamente le istruzioni e le dosi riportate nella confezione del prodotto, avendo cura di sciacquare abbondantemente la coppetta alla fine della procedura.
E' tuttavia consigliabile riservare l'utilizzo dei prodotti chimici alle sole situazioni di emergenza, in quanto contenenti cloro. In condizioni normali la bollitura in acqua è sempre il metodo più sicuro ed affidabile.

24) Posso usare la candeggina per pulire a fondo la coppetta?
Assolutamente no! La candeggina è troppo aggressiva per la pulizia della coppetta e si rischierebbe di danneggiarne il silicone che, indurendosi e seccandosi, diventerebbe meno elastico o, alla peggio, potrebbe presentare delle crepe (senza tralasciare le conseguenze per la salute).
Per maggiori informazioni sulla pulizia della coppetta puoi leggere qui: LINK

25) Se la coppetta è così sicura, posso utilizzarla senza prima chiedere un parere medico?

In condizioni di salute ottimale la coppetta può essere utilizzata senza problemi.
In caso di problemi ginecologici sarebbe invece sempre preferibile rivolgersi al medico per chiedergli alcuni consigli e delucidazioni circa l'utilizzo della coppetta - in relazione alla situazione specifica - prima di iniziare ad utilizzarla.
E' bene comunque precisare che internet è uno strumento utile ma non dovrebbe sostituire in alcun modo i regolari controlli medici (specie perché, alcune volte, chi scrive su internet non solo non è adeguatamente formato, ma non è neanche ben informato).
Può essere invece molto utile confrontarsi e chiedere consiglio ad altre donne sul web per quanto riguarda il modello di coppetta da scegliere (attraverso consigli, recensioni e fotografie esplicative) o problemi pratici legati al suo utilizzo (es. perdite).

26) E se il medico non sa cosa sia la coppetta mestruale?
E' probabile che alcuni medici, ad oggi, non conoscano ancora la coppetta mestruale. Se devi chiedere un parere al tuo medico in merito alla coppetta, premurati di portare con te un foglio informativo in merito (l'ideale sarebbe stampare le informazioni che puoi trovare sul sito del produttore di coppetta che sei interessata ad acquistare).
Qui puoi trovare il parere di due diverse ginecologhe che consigliano l'uso della coppetta: VIDEO1, VIDEO2.

27) E' vero che la coppetta non è associata alla TSS (Sindrome da Shock Tossico)?
Falso. Fino ad oggi (18 maggio 2016) si è verificato un solo caso di TSS associato all'uso della coppetta mestruale a livello mondiale.
La TSS è una rara patologia che si presenta con i seguenti sintomi: febbre alta ed improvvisa, vertigini, senso di svenimento, dolori muscolari, vomito, diarrea ed eruzioni cutanee (per ulteriori informazioni puoi leggere questo articolo in lingua inglese LINK).
Se avverti questi sintomi, estrai immediatamente la coppetta e sottoponeti ad un controllo medico al più presto.
Per questa ragione è assolutamente importante assicurare a sé stesse un'igiene ottimale, risciacquando la coppetta al massimo ogni 12 ore (toccandola sempre e solo con mani pulite) ed attenendosi alle indicazioni che i produttori forniscono senza fare di testa propria.

28) Come capisco che la coppetta è da sostituire?
La coppetta deve essere sostituita quando il silicone presenta crepe, spaccature, bruciature o se è diventato molle ed appiccicoso. L'ingiallimento con il passare degli utilizzi è invece assolutamente normale e non rappresenta un segno di deterioramento del materiale.
_______________

Per ulteriori informazioni, puoi guardare questo video informativo nel quale un'ostetrica esperta in coppette mestruali risponde ad alcune domande: LINK.
________________

Hai qualche altra domanda? Scrivimi un commento!

  1. ciao ottimo blog, grazie ho trovato molte informazioni utili, una domanda prolungare il "gambo" della coppetta è possibile? ci sono cordicini aggiuntivi reperibili da qualke parte? esistono altri metodi?
    Grazie 1000
    Dana

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Dana!
      Esistono dei cordoncini specifici per coppette ma si possono applicare soltanto ai modelli che terminano ad anello come alcuni della marca MeLuna. Se ti interessano, li puoi trovare sul sito www.coppetta-mestruale.it o sul sito Meluna stesso, ma non so quanto possano esserti effettivamente utili perché, per estrarre la coppetta, il gambo non serve a granché se non per localizzarla quando sale nel canale, poi bisogna spingere con i muscoletti e schiacciare la base per eliminare il sottovuoto (come ho spiegato nella risposta alla domanda n.4 di questo articolo).
      Grazie a te per il tuo commento!

      Elimina