Come quantificare il flusso mestruale

Si dice spesso che le donne non possiedono una percezione realistica dell'abbondanza del proprio flusso mestruale; è infatti comune che alcune ne sopravvalutino l'entità e che altre la sottovalutino.
Facciamo un po' di chiarezza.

Le tue mestruazioni sono abbondanti oppure no?

FLUSSO NORMALE

Un flusso mestruale è definito normale se la perdita totale di sangue è compresa tra i 20 ml e gli 80 ml con  una durata che varia dai 3 ai 7 giorni.

Le mestruazioni sono dette regolari se si presentano ogni 28 giorni (ma rientrano nella normalità anche cicli di durata variabile tra i 25 e i 35 giorni).

CLASSIFICAZIONE DEL FLUSSO

Flusso molto scarso: corrisponde ad una perdita complessiva di sangue inferiore a 20 ml. In questo caso le mestruazioni possono essere gestite con il solo uso di proteggislip.
Flusso scarso: corrisponde ad una perdita di sangue complessiva compresa tra i 20 ml e i 40 ml. Per questa tipologia di flusso si utilizzano al più assorbenti normali nel giorno di maggior flusso, nei restanti giorni sono invece sufficienti i proteggislip.
Flusso medio: corrisponde ad una perdita di sangue complessiva compresa tra i 40 ml e i 60 ml. Per gestire questo tipo di flusso è necessario utilizzare assorbenti normali durante buona parte delle mestruazioni ed, al più, un assorbente notte durante le ore in cui si concentrano le perdite più significative.
Flusso abbondante: corrisponde ad una perdita di sangue complessiva che varia tra i 60 ml e gli 80 ml. In questo caso le ore in cui le perdite sono importanti sono estese ad una o due giornate; in tale lasso di tempo sarà necessario utilizzare più di un assorbente notte, nel restante periodo saranno sufficienti gli assorbenti giorno.
Flusso molto abbondante: supera gli 80 ml e rende necessario l'utilizzo di assorbenti notte per buona parte della durata delle mestruazioni con cambi molto frequenti.

QUINDI... QUALE COPPETTA SCEGLIERE?

Nel caso in cui vogliate utilizzare la coppetta mestruale, potete fare semplicemente il conto di quali assorbenti utilizzate nei momenti di maggior flusso e di quanti ne dovete cambiare al giorno.

Coppette da 13 a 20 ml: utilizzabili da coloro che presentano un flusso scarso.

Coppetta da 20 a 25 ml: utilizzabili da coloro che presentano un flusso che va dallo scarso al medio.
Coppette da 25 a 30 ml: utilizzabili da coloro che presentano un flusso che va dal medio all'abbondante.
Coppette da più di 30 ml: utilizabili da coloro che presentano un flusso che va dall'abbondante al molto abbondante.

Ad ogni modo, un assorbente notte è pur sempre meno capiente di una qualsiasi coppetta da 20 ml, per cui vi invito a fare le opportune proporzioni.

Ricordate che la capacità della coppetta va misurata fino ai fori in quanto, una volta raggiunta la loro altezza, si perde l'effetto sottovuoto ed iniziano a verificarsi delle perdite (perciò risulta fuorviante leggere la capacità fino al bordo).

Vi rimando ad un'utilissima tabella che compara le varie marche di coppette associate alle rispettive capacità e misure che potete trovare sul sito coppetta-mestruale.it: LINK.

Per scegliere la giusta coppetta devono essere valutati anche altri due parametri:
  1. Stato del pavimento pelvico;
  2. Posizione della cervice durante le mestruazioni.


PRECISAZIONI

Si possono registrare variazioni nella quantità e nella regolarità del flusso mestruale nelle prime mestruazioni che seguono un parto, con l'assunzione di alcuni farmaci, in presenza di forte stress, di cambiamenti drastici e repentini di peso e nei casi di alimentazione scorretta.

È bene segnalare al medico i casi in cui le mestruazioni non rientrano nei criteri di normalità, specie se l'abbondanza del flusso supera gli 80 ml e/o i giorni in cui esso si manifesta sono più di 7 e se i dolori che le accompagnano risultano invalidanti. 

Per maggiori dettagli sul ciclo mestruale potete leggere qui: LINK.

Esprimi la tua opinione